sabato 1 luglio 2006

SI COMMENT

Preso sensu proprio il dogma diventa rivoltante. Esso, infatti, prevedendo le eterne torture dell'inferno, fa scontare con pene senza fine qualche fallo o persino la mancanza di fede di una vita che spesso non giunge neppure a vent'anni; in più vi è il fatto che questa dannazione quasi universale è in realtà la conseguenza del peccato originale e quindi il risultato inevitabile della prima caduta dell'uomo. Ma questa caduta avrebbe dovuto, in ogni caso, essere prevista da colui che in primo luogo non ha creato gli uomini migliori di quello che sono, e poi ha loro apprestato un tranello, pur sapendo che vi sarebbero caduti, poichè tutto era opera sua e nulla gli rimane nascosto. Secondo questo dogma egli avrebbe chiamato dal nulla all'esistenza un genere umano debole e soggetto al peccato per poi condurlo a torture senza fine. Inoltre c'è da aggiungere che il Dio che prescrive l'indulgenza e il perdono di ogni colpa fino a giungere all'amore per i nemici non manifesta simili sentimenti, bensì cade in sentimenti opposti; perchè un castigo che subentra alla fine delle cose, quando tutto è passato e concluso non può avere per scopo nè il miglioramento nè l'intimorimento: è dunque, soltanto vendetta. Visto così, sembra persino che l'intero genere umano sia stato in realtà destinato e creato apposta per l'eterna tortura e dannazione, tranne quelle poche eccezioni che, non si sa perchè, sono state salvate mediante la predestinazione, per grazia di Dio. A parte queste eccezioni,risulta come se il buon Dio avese creato il mondo affinchè il diavolo se lo pigliasse; onde egli avrebbe assai meglio se vi avesse rinunciato.

Artur Schopenauer

7 commenti:

arx ha detto...

Sicuramente Arthur si faceva troppe pippe, non solo mentali, ma cazzo c'ha ragione. Come volevasi dimostrare: Dio non esiste oppure è un complessato finito

Tamas ha detto...

Quello che è sicuro è che i crucchi stanno un pezzo avanti.

la Parda Flora ha detto...

se fossi protestante mi tirerei un colpo: hai presente per l'appunto la predestinazione? il cristianesimo protestante è davvero cupo: un dio ignoto che a caso sceglie,a prescindere dai tuoi meriti o demeriti, se finirai all'inferno, e tu non ci puoi fare nulla. Tutto perché Lutero si faceva le seghe mentali.... ma per piacere... e poi giù, ad accopparsi come vitelli, che a momenti ne ha fatti fuori più il protestatesimo che la Grande peste del 1348...
A prescindere dall'esser atei o meno, ma tutto il nuovo testamento dove me lo lasci?
(non puoi stuzzicare così una che studia storia della chiesa medievale e delle eresie :-)

arx ha detto...

si ma chi cazzo sei?

arx ha detto...

Scusa per il tono forte, ma mi piaceva opporre alla tua posata analisi una forma molto più informale di curiosità. Rimane il quesito: chi pene sei?

Anonimo ha detto...

necessita di verificare:)

Anonimo ha detto...

ma que è?