lunedì 14 maggio 2007

ed ora qualcosa di completamente diverso

buonasera. non avendo un cazzo da fare ed avendo una mano libera (ahahah bella battuta ma no, non è come pensi tu) ho deciso di postare qualcosa. in genere sono quel tipo di blogger (dovrò pagare i diritti?) che posta in maniera programmata, nel senso che ho bisogno di avere in mente l'1% di quello che voglio scrivere, per ritrovarmi 10 minuti più tardi e cliccare sul tasto "pubblica" con un post diametralmente opposto a quello prefissato in partenza.
anche ora. ero venuto qua con l'intento di scrivere le domande che mi sono passate per la testa in questi giorni di staticità, infermità e noia. lo farò più tardi.
stavo dicendo ogni volta che voglio postare, per farlo ho bisogno di una idea, buona o fasulla che sia, da utilizzare come pretesto per poi gettarla nel cesso (non prima di averci fatto sopra tutti i bisognini) ci sono sicuramente diversi tipi di blogger, io li raccolgo in 3 macro-guppi di appartenenza: gli istintivi, i programmatori, gli emozionali. ovviamente ogni entità della categoria può assumere sfaccettature differenti, anche celare elementi in comune con due o più categorie... non sto separando le angurie dai sussidiari, cerco solo di passare una mezz'oretta scrivendo minchiate. prendiamo i primi, gli istintivi. probabilmente tra le 3 divisioni, è la categoria migliore: uno magari mentre si sta lavando i denti vede l'acqua che gira nello scarico, pensa a coriolis e fa un post sull'oregon solo perché a portland c'è nato matt groening. l'istintivo è micidiale, solo che risulta per il 91% dei casi decisamente incomprensibile per tutti quelli che non conoscano la sua cartella clinica. prima dei programmatori voglio parlare degli "emozionali". i veri blogger emozionali, di cui fanno parte non solo le ragazze (ma anche le donne, le mamme, le nonne, e le bambine... eheheh no scherzo) ma anche i non-gentil sesso, possono anche passare (...), i veri problemi sorgono con gli estremismi: paranoici, satanici, cristiani, superfelici-sempre-e-comunque... ok i soliti discorsi. di gran lunga i peggiori sono i programmatori. non tanto per quello che dicono, ma per come riducono i visitatori del blog. a prescindere dal fatto che il peggiore in assoluto sono io (poiché programmatore-traditore), i blogger programmatori con la loro cadenza, o addirittura completa improbabilità tengono sempre sulle spine i visitatori.
ricordo che siamo su internet, non si entra a casa di nessuno. ognuno fa vedere ciò che vuole venga visto.
finché non hanno finito e perfezionato la loro maledetta pagina sono disposti a farvi aspettare giorni prima di farvi vedere il post successivo. lo scrivono settimane prima sul word (per voi windowsiani), lo rileggono, lo correggono, lo eliminano, l'abbandonano. sono di sicuro quello scritti meglio però. basta guardare questo post. no, non è programmato tranquilli.
detto ciò voglio almeno una volta sorprendere la mia malefica indole e scrivere in un post quello che volevo veramente scrivere: domande che mi sono venute in mente in 3 settimane di.. di... che cazzo ho fatto 3 settimane? 3 settimane di "vita differente":

  • perché quando si è soli in casa si fa la pipì (qualcuno anche la popò) con la porta aperta?
  • perché ci si gratta (chi può) i coglioni la mattina appena svegli?
  • perché la vodafone non smette di mandarmi sms sulla pubblicità?
  • per quale cazzo di motivo l'acqua assume un suono soave quando ci laviamo i denti e se la si chiude bisogna riaprirla per un desiderio di appagamento?
  • perché la carta igienica finisce solo quando sono io a cagare?
  • perché la prima sigaretta del giorno no questo lo so
  • perché scappa sempre la pipì quando si deve fare una telefonata importante?
in realtà ne avrei avute molte altre ma il sonno sta avendo la meglio su di me e mi fa ricordare solo cazzate. buonanotte.

prima però drululululululululululululululululululululu (rullo di tamburi)...

Come fare impazzire il vostro cane - 6

oggi un trucco vecchio come la televisione (anche perché prima non era possibile): guardare un programma di cani che abbaiano insieme al vostro migliore amico! il risultato dello "slclero" è inversamente proporzionale alla grandezza del vostro cane. buona visione!


ah un'ultimissima cosa: qualche link è stato promosso a feed! controllate la colonna a destra e vi accorgerete che 4 dei blog più seguiti da sBlog! sono stati linkati in base agli ultimi 2 post scritti (e così via via automaticamente e dinamicamente), in modo tale da tenere sempre sotto controllo i vostri favoriti. notte e buon giorno.

8 commenti:

Lario3 ha detto...

Ottimo post... io quando mi metto al tavolo (per preparare il post) non ho la più pallida idea di cosa farò :-D

Grazie di cuore per il commento, CIAO!!!

pulcino_da_combattimento ha detto...

perché le mie domande riguardano principalmente cacca e pipì?

arx ha detto...

1) Io penso che la cosa più bella di quando si è soli in casa sia proprio cagare con la porta aperta. Vi giuro, mi dà un senso di libertà direi quasi ... primordiale. Non lo dico perchè lo leggo qui, ma perchè mi ero reso conto da solo di quanto piacevole fosse. E' ovvio che non tutti sono così fortunati da poterlo fare, nelle due case che frequento di più è possibile farlo tranquillamente. Ma non invidio chi ha quei bagni lunghi 50 metri o chi ha la porta di casa proprio di fronte a quella della toilette. In quel caso si rischiano grosse figure di merda, sia nel senso comune che nel senso letterale. (Non ve la spiego, spero siate un pò fantasiosi)

2)Quel cane è magnifico
Prima di tutto perchè ho visto cani abbaiare, ululare, parlare, piangere, ma mai cani (nel caso del Carlino forse andrebbero usate le virgolette) urlare come una qualsiasi partecipante isterica del grande fratello.
Poi, notate il cambio dell'espressione, già nei momenti iniziali, senza fare niente, quel cane fa sbudellare dal ridere. Ok, un cane seduto in quel modo fa sempre ridere, ma guardate che faccia. Poi si accende lo schermo, e da un espressione gioviale e gaudiosa, avviene la repentina trasformazione in una maschera di curiosità, che lentamente si trasforma in terrore, poi in rabbia, e infine in follia totale.
L'ultima cosa favolosa è la dinamica del cane.
L'urto perfettamente elastico contro il muro si commenta da solo.

Anonimo ha detto...

ahaha! allora chiaramente t'è successo! tanto se non erro la porta del cesso a casa tua guarda in faccia il portone di casa... :D

pulcino_da_combattimento ha detto...

anonimo?? quanto sviaggia blogger. ero io cmq arx

arx ha detto...

Macchè!
Quando sono a casa da solo uso sempre l'altro cesso!
Piccolo, accogliente, confortevole e soprattutto invisibile dall'ingresso!

Lario3 ha detto...

E' che Wanna Marchi mi fa paurissima :-D

Grazie per il commento, CIAO!!!

pulcino_da_combattimento ha detto...

beh, paura più che ragionevole... ma forse è solo un problema di acconciatura