mercoledì 5 marzo 2008

Imprecisioni linguistiche

Mi sono appena reso conto di un imperdonabile errore della parlata arceviese. Prendete la frase Sono andato (o vado o andrò, è uguale) a Lipsia. Confrontatela poi con la proposizione Sono andato all'IPSIA*: ebbene, in dialetto arceviese esse suonano rispettivamente:

So' ggido a Llipsia (si pronunciano cioè due elle, mentre se ne scrive una) e

So' ggido a l'Ipsia (si pronuncia una elle, mentre se ne scrivono due).

Non riesco a capacitarmi di questo inaccettabile paradosso. Fortuna che di solito gli arceviesi non vanno in Sassonia, il che abbassa le possibilità di incorrere in un deprecabile qui pro quo.

*Istituto Professionale di Stato per l'Industria e l'Artigianato.

3 commenti:

arx ha detto...

Io direi la doppia L anche in caso di IPSIA

pernacentus ha detto...

Grandioso! Solo ora ho capito che Napoleone non è stato sconfitto all'IPSIA...

lucrezia ha detto...

tommi.. è verissimo..
i miei amici mi prendono in giro perchè dico "al arco" o "al una" o "al ora x"(frase usata una volta nella vita, per sbaglio)
..si spiega tutto.. :|
lucrezia