giovedì 7 dicembre 2006

CIS viaggiare informati

Salve a tutti, gentili radioascoltatori. Vi chiediamo scusa per aver interrotto il programma "I Blue interpretano Johann Sebastian Bach", ma siamo stati costretti ad un'edizione straordinaria: l'A14 Adriatica è infatti interrotta nei pressi del casello di Ancona Nord a causa di un blocco stradale con annessa presunta minaccia nucleare. In effetti, il sindaco di Monte San Vito, affiancato da Rocksteady e Bebop della famosa serie "Tartarughe Ninja", si è presentato nelle prime ore della mattinata con un tir carico di cocomeri e l'ha messo di traverso un chilometro dopo il casello di Ancona Nord, in direzione Senigallia. Al sopraggiungere della Polizia Stradale, li ha prima fatti bersaglio di un fitto fuoco di miccette puzzolenti residuate della Festa di Carnevale del 1988, poi ha afferrato un megafono e ha fatto sapere di possedere un cane capace di contare fino a venti battendo la zampa per terra, e fin qui non ci sarebbe nulla di male, e soprattutto un missile con testata nucleare in grado di colpire in un raggio di 1600 km da Cozze di Monte San Vito. A detta del sindaco, geom. Sbalestrati Piermario, l'ordigno sarebbe stato acquistato dal presidente dell'Ucraina Juščenko durante un viaggio effettuato dallo stesso Sbalestrati nel paese ex sovietico alla ricerca delle testimonianze dei Peceneghi e di qualche prostituta di poche pretese; in cambio, Juščenko avrebbe chiesto e ottenuto una maglietta del Genoa appartenuta ad Ariel "Chupa" Lopez. Interrogato sull'effettiva possibilità che il comune di Monte San Vito sia divenuto la nona potenza nucleare mondiale, dopo USA, Russia, Francia, Gran Bretagna, Cina, Israele, India e Pakistan, l'esperto militare del Pentagono John Bon Jovi (con la "h"; nessuna parentela con il noto cantante calabro-americano), ha risposto "Cacca! Nucleare no bono! Cacca! Te tocchi nucleare te pii le tottò! Te me voi bene, signo'e?". Ad ogni buon conto, il governo Prodi ha aperto le trattative con Sbalestrati per la consegna del missile, attualmente puntato su Sochaux (perché una volta, giocando a Scudetto 97/98 con il Tolosa, Sbalestrati fu sconfitto in finale di Coppa di Francia proprio dal club gialloblù; e non la prese bene). Il sindaco del ridente paesino vicino Chiaravalle si è detto disposto al dialogo: in cambio del disarmo nucleare, ha richiesto un trilione di euro, Dirk Nowitzki, una fornitura a vita di prodotti Ferrero e un pocciolo da Natalie Imbruglia. Staremo a vedere come andranno a finire le cose.
Ah, poi c'è anche una coda di 22 km sulla Milano-Venezia, causa "Godzilla incazzato che afferra e mangia le automobili, mentre con le zampone squamose abbatte al suolo cacciabombardieri dell'Aeronautica Militare". Quindi se volete andare a Venezia siete pregati di seguire itinerari alternativi.
E ora vi lasciamo ai consueti programmi radiofonici. Buon proseguimento di giornata.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

non stai benissimo.
Curati

Tamas ha detto...

Da solo? Come fo?