giovedì 7 dicembre 2006

E' giunto il momento delle decisioni irrevocabili

Allora, andiamo subito al punto: è oramai chiaro a tutti che questo blog sta divenendo sempre più sterile, vacuo ed autoreferenziale. Già analizzando qualche dato di cui sono recentemente venuto in possesso (e per questo devo ringraziare l'agente Scaramella che ha fatto pressioni su Lele Mora perchè contattasse l'agenzia di Fabrizio Corona che bloccasse immediatamente le rotative de "Il progresso" per evitare così l'infamante scoop di Frigorifero) si chiarisce subito come questo spazio web sia entrato in un tunnel di cui forse non vedremo mai l'uscita. Guardiamo ad esempio un indicatore fondamentale, i commenti ai vari post: tra tutti quelli lasciati sul blog si evince come il 78% di essi siano a firma degli stessi amministratori (o contibuors, o goffi che dir si voglia), il 12% di lettori esterni al blog, il 6% di anonimi ed il restante 4% di un mentecatto che si fa chiamare gianfi. Il grafico seguente mostra ancora meglio questa imbarazzante situazione.

Di tutti i commenti presenti su sBlog solo il 25% di essi è poi attinente al post ed alla discussione creatasi, il 32% è invece lasciato per insultare, schernire o minaccare l'autore del post stesso; il restante 43% è invece scritto per errore o sotto il chiaro influsso di sostanze stupefacenti, allucinogene od eccitanti. Va poi ricordato che solamente il 31% dei post riesce ad avere almeno un commento. Vediamo di nuovo il grafico:

Se poi guardiamo al frequentatore medio della nostra arena virtuale possiamo capire come il traget predominante sia quello delle casalinghe insoddisfatte (33%), vengono poi gli intellettuali cambogiani in esilio (24%), gli operai non qualificati (21%), gli studenti scioperati (11%) i dirigenti di forza italia (7%) ed infine gli analfabeti (3%). queste 2 categorie tendono alla compenetrazione reciproca per cui nell'istogramma sono state unite.


Eppure la maggior parte dei post di noi contributors non rispondono quasi mai alle aspettative ed alle richieste dei frequentatori abituali. E tutto questo perchè manca una politica comune di sviluppo: il web è libero, ma un blog per funzionare deve essere coerente, tendente all'omogeneo, comunque organizzato. E' venuto insomma il tempo di togliersi il prosciutto dagli occhi e la maionese dalle tasche. Bisogna modernizzare, agire, osare, capire, sperimentare. Il tutto in ordine sparso. Parliamone.

8 commenti:

Tamas ha detto...

Tu hai già cominciato ad agire e modernizzare scrivendo ",e sperimentare" con la "e" attaccata alla virgola. C'è il cadavere di Giacomo Leopardi che ti cerca, armato di bastone, per punirti dell'oltraggio all'ortografia italiana.

SanRoccoConnection ha detto...

Vedete a cosa mi riferisco? Il nostro collega Tamas vede un errore che non c'è, probabilmente era annebbiato o forse, vogliamo credere sia così, semplicemente uscito di senno. E quello sopra il nostro va quindi ad aumentare la fila dei commenti della fascia C.

Tamas ha detto...

Un giorno nella piana di Megiddo ce l'sapremo ardi', trappolo'.

arx ha detto...

Contrinuisco anch'io alla fascia C (?), anzi, commento negativamente un commento, quindi faccio anche peggio. Tu Tamas, correggi gli altri post, mentre nel tuo ( che mi appresterò a leggere fra poco) scrivi CIS, mentre sarebbe CCISS: Centro di Coordinamento Informazioni sulla Sicurezza Stradale.

arx ha detto...

CIS sembra Centro Informazioni Stradali, un tipo un posto per trovare le puttane

pulcino_da_combattimento ha detto...

io voglio rientrare nella categoria di quelli che postano per errore

Tamas ha detto...

Secondo me servono tre cose a questo blog:
1)dei link;
2)un contatore, almeno si capisce chi arriva e da dove;
3)che noi facciamo prendere meglio, con la nostra immotivata boria da arceviesi.

Anonimo ha detto...

necessita di verificare:)