venerdì 5 gennaio 2007

Notizie dal mondo

Una carta di credito al gatto. Succede in Australia, dove una banca ha candidamente ammesso di aver approvato la richiesta della padrona di Messiah - il gatto nella foto - che aveva fatto domanda all'istituto di credito di una carta aggiuntiva appoggiata alla sua, ma a nome del suo micio, per mettere alla prova i sistemi di protezione di identità. A sorpresa, la banca ha accettato la richiesta e al gatto è arrivata la sua Visa regolare. Limite di utilizzo: 3300 al mese.

dalla versione on line de "La Repubblica" del 5.1.2007

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Embè??? Non vedo cosa c'è di strano. Perchè il Gatto non dovrebbe poter avere la carta di credito? D'altronde ha un lavoro, la macchina ed è anche una persona squisita. Cavolo, saranno anche cazzi suoi, e poi scusa ma Gresta sì ed il Gatto no, che ingiustizia è questa?

Tamas ha detto...

Il gatto in questione.

Tamas ha detto...

Solo quello sull'estrema destra. Gli altri non sono Gatti e nessuna banca concederà loro fiducia.

pulcino_da_combattimento ha detto...

tana per Perna

arx ha detto...

Voglio la foto del gatto con la carta d'identità, quello vero.

E comunque guardate perna con che carisma gestisce il suo brindisi tra due bionde. Anzi voi

arx ha detto...

Peccato per Frabeaux sullo sfondo

Tattabao ha detto...

La tonda beato chi la sfonda.

mario berasategui ha detto...

Invito ufficialmente perna a farci sapere se ha stromabazzato almeno una delle due quella sera. Viva Perna