giovedì 8 marzo 2007

Misure d'emergenza

In attesa che sia risolta brillantemente, com'è accaduto per quella degli ospedali* e per quella della violenza degli stadi**, la crisi mensile in cui si dibatte l'Italia in questo periodo è quella degli incidenti stradali. Noi siamo giunti in possesso delle disposizioni che il governo sta per varare e le pubblichiamo in anteprima su questo blog. Altro che corriere.it. Ci fanno una sega.
Ma passiamo al verbale della riunione al vertice e poi all'esame delle decisioni.

.....

Roma, 5 marzo 2007. Una stanza perfettamente schermata in un palazzo di cui perfino gli USA non conoscono l'esistenza: è la sede del PENE (Primo Ente Nazionale delle Emergenze). Partecipano alla riunione il presidente del Consiglio Romano Prodi, il ministro dei trasporti Bianchi, Alberto Gilardino, Puffo Camionista e Jaroslav Sedivec del Crotone.
Prende la parola per primo Romano Prodi.
Prodi-Ragassi, bisogna fare qualcosa alla svelta. Oppure sono cazzi amari per tutti.
Gilardino-Di che emergenza bisogna parlare, oggi?
Prodi-Oggi è l'emergenza incidenti sulle strade. Il mese è appena iniziato, non possiamo ancora fare finta di nulla e aspettare la prossima emergenza come si fa di solito in Italia.
Sedivec-Io non capisce perché ha chiamato di Sedivec qvi! Io non sa nulla di qvesto argomento. In di Ceskia gvidiamo tutti di Skoda e andiamo lentissimi e si c'è di incidente arriva sbiro stradale palestrato e scende di machina dona bionda e disinibita e fanno sesso di lì, con dona apogiata di gvardarail e sbiro palestrato che fa di tipici rumori di slavi sesuali***.
Bianchi-La proposta di Sedivec mi pare ragionevole. Ci servono più Skoda e più sbirri palestrati.
Gilardino-Ma che stai dicendo? Non è una proposta! E' solo la trama di un film porno ceco!
Bianchi-Mi dai contro solo perché ho fatto una doppietta anche domenica.
Gilardino-Non l'hai fatta tu! L'ha realizzata Rolando Bianchi della Reggina, tu sei Alessandro Bianchi.
Bianchi-Allora sei invidioso perché ho vinto lo scudetto dei record.
Prodi-Basta litigare, ragassi, oppure puffo camionista ci sculaccia tutti.
Puffo Camionista-La mia proposta per evitare gli incidenti nelle strade è imitare il piano del traffico di Mogadiscio: possono transitare solo jeep guidate da negri con una mitragliatrice sul cassone.
Prodi-Telefono subito all'Aci.
Gilardino-E se invece puntassimo sull'educazione, sul rispetto dei limiti, su una campagna di sensibilizzazione abbinata ad efficaci misure di repressione quali l'invio di pattuglie nei pressi dei locali a rischio e soprattutto il divieto per i neopatentati di guidare macchine troppo potenti?
Bianchi, Prodi, Sedivec, Puffo Camionista-Ma sta' zitto, comunista!
Gilardino-Che reazione immatura.
Bianchi, Prodi, Sedivec, Puffo Camionista-Sbir-ri! Coc-chia! Ne-gri! Gimo a beve!!
Gilardino-E io convinco i senatori della sinistra a far cadere il governo.
Prodi-Fermi tutti: si impone un compromesso con la proposta dell'on. Gilardino.
Sedivec-Ma senza di scordare di done disinibite.
Bianchi-Anche more.
Prodi-Tutti seduti al tavolo. Alessandro, quel bombone lo accendi dopo.

.....

Ed ecco cos'è venuto fuori dalla fruttuosa mediazione governo-Gilardino.
1)divieto per i negri di guidare macchine potenti se prive di mitragliatrice;
2)assunzione di nuovi poliziotti stradali, purché siano biondi e abbiano tatuato lo stemma dello Sparta Praga;
3)divieto di vendere elefanti a chi non ha sufficiente posto in macchina;
4)obbligo di pensare forte a Padre Pio su una Harley Davidson, mentre si guida in autostrada;
5)sostituzione del pedale della frizione con una fiction su Nassiryia in tutte le nuove macchine prodotte in Italia.
Nei piani del governo, questo dovrebbe ridurre a zero il numero degli incidenti entro mercoledì prossimo alle tre. W l'Unione, W Dio, W la Repubblica Ceca.

*Adesso se entrate in un qualsiasi ospedale troverete musica lounge, infermiere alte un metro e 80 in lingerie di Victoria's Secret, vecchi guariti da trombosi mentre fumano sigari nella vasca idromassaggio. Lo giuro sul canguro.
**Facile, hanno chiuso gli stadi. E se ti ammazzi fuori o su un tram non vale. Pappappero.
***Tipo Druhý termodynamický zákon říká, že nelze sestrojit cyklicky pracující tepelný stroj, který by jen přijímal teplo z teplejšího tělesa a vykonával stejně velkou práci, jako toto teplo (con voce roca). Roba che sulle donne fa sempre effetto.

3 commenti:

arx ha detto...

Devo fare una nota all'intervento di Sedivec che è stato mendace.
In Repubblica Ceca nessuno va piano.
Corrono tutti tantissimo, infatti nei pochi giorni di vacanza fatti là la tv mandava a rotazione documentari sulla guida pericolosa, mostrando i numeri che i cechi (con qualsiasi mezzo, dai Fiorini ai camion con rimorchio, non solo Skoda) riescono a fare nelle loro trafficate strade curvose. Soprattutto per quanto riguarda i sorpassi.
Noi stessi abbiamo avuto la prova di questa tendenza innata del popolo ceco: saliti su un taxi al centro di Praga siamo stati teletrasportati all'albergo in periferia da uno che ha superato più volte i 180. Nonostante fosse di suo interesse metterci più tempo possibile.
Si tratta comunque di un popolo slavo che produce birra ottima, pensate se possono guidare seriamente.

Lario3 ha detto...

Io ci sono per la fiaccolata :-D
CIAO!!!

Lario3 ha detto...

Sono anni che cerco, invano, di baciarmi i gomiti :-D
CIAO!!!