venerdì 5 maggio 2006

Ospiti d'onore

tutti ne parlano, ma nessuno ne sa... chi più ottimista chi meno ma nei corridoi si vocifera e le voci corrono, aprono le porte, escono, fanno lifting facciali, si camuffano e finiscono qui :D

10 commenti:

pulcino_da_combattimento ha detto...

maurizio costanzo era abbastanza probabile

Tam ha detto...

Secondo me ci sarà un Maurizio... Ma senza Costanzo.

pulcino_da_combattimento ha detto...

l'uomo fucile

arx ha detto...

Dio in persona

raceandco ha detto...

indeciso se kontattare marcello lippi e la nazionale italiana o davide mengacci e tutto lo staff de "il sabato del villaggio" il nostro ha puntato tutto su paolo calissano(a proposito le condizioni fisike dell'attore sono migliorate ora riesce persino a parlare -dicendo frasi sensate- e a stappare bong).purtroppo l'attore ligure il giorno dell'inaugurazione non potra' essere presente poike' kiamato kome ospite d'onore alla sagra della kotika skrokkiarella a san paolo di jesi. dunque le voci ke danno "renzo arbore e l'orkestra italiana" kome special guest all'apertura del lokale si fanno sempre piu' pressanti......il buon gusto arceviese e' duro a morire.valerio staffelli e nico cereda.

arx ha detto...

Nuovi nomi suggeribili:

Buccetto Guccetti
Magrizio Sventrapaste
Gherardo Còfano
Gerardo Cofàno
Lapo Elkann
Giacomo Mariotti
Papà Castoro
Massimo Delle Donne
Papà Castoro
Il padre di Richie di Happy Days
Un crucco a caso
Chuck Norris
Papà Castoro
Toro Cantoro
Il toro di Sora
Luciano Moggi
Gabriel Garko
Il mago Gabriel
Gabriel l'autista
Roberto l'autista
Fabio l'autista
La cioppa l'autista
Marco Bramucci l'autista
Bolletta l'autista (e/o Lars Ullrich)
Alvaro Bautista
Alvaro l'autista
Alvaro La Vacca
Camilla La Tartaruga
Camilla Parker Bowles
Parker
Il nipote di Ratzinger
Papà Castoro
Paltella (padre e/o figlio)
Sandro Bondi
Sant'Agostino
Eliano il cassonetto umano
Andrea Bussoletti
Olivella Foresta
Foresta
Buresta
Papà Castoro

Tamas ha detto...

Io non cred

Tamas ha detto...

quanto c'ho capito poco. Comunque, in sintesi, volevo dire:







ecco. E poi ho saputo che ieri sera Catherine Zeta Jones ha dormito a Ripalta.

Tamas ha detto...

Oggi è venuto fuori che purtroppo quel locale non lo possono più aprire perché, chissà perché, chissà, chissà per come, fatto sta che in base alle nuove valutazioni tecniche fatte dall'Orso Bubu in collaborazione con l'ufficio tecnico del comune di Tunisi è venuto fuori che la Tav dovrà passare ad Arcevia. Saputa la notizia, Michael Douglas ha smesso di addentare il capolonza che lo teneva impegnato dalla mattina, nonostante l'avesse più volte ammorbidito nel caffè d'orzo, ed ha subito telefonato ai suoi colleghi ad Hollywood, Castelfranco Veneto, Fiuminata, ecc... per organizzare una manifestazione a difesa dell'integrità del paesaggio arceviese e contro la Tav (non so se lo sapete, ma M. Douglas ha appena comprato da Leo una parte di Caudino. Per l'esattezza Dino). Insomma sono giunti in breve davanti agli uffici delle Ferrovie dello Stato i più noti personaggi del mondo del cinema, tranne Jack Nicholson che c'ha capito poco ed è in questo momento a Roccaforzata (TA), cercando di capire dove cazzo è un bar con telefono, perché Nicholson ha Blu e non gli prende da nessuna parte. Le Ferrovie, per nulla intimorite, hanno subito cercato di allontanare la folla che rumoreggiava sotto le finistre sparando a tutto volume "Se mi lasci non vale" di Julio Iglesias; purtroppo l'astuta manovra è stata vanificata da un tiro effettuato da Zack de la Rocha con una fionda di sambuco che ha rotto la puntina del giradischi delle FF.SS. A quel punto Trenitalia ha spedito due suoi campioni di wrestling per farla finita con la manifestazione; l'invito allo scontro risolutore è stato tuttavia colto da un inedito duo anti-TAV formato da Dolph Lundgren e dal Purga che hanno avuto ragione in 0,3 nanosecondi dei tapinastri vestiti di blu e verde. Successivamente i due sconfitti hanno fatto richiesta di asilo politico in Papua-Nuova Guinea; purtroppo l'iter burocratico tarda perché l'ambasciatore si è mangiato la loro domanda, coi timbri e tutto, com'è d'altronde costume di quelle popolazioni del cazzo. In ogni caso la netta vittoria del duo Purggren non è bastata, perché secondo la magistratura nel 2006 non è accettabile che il destino di un'opera pubblica sia affidato all'esito di un incontro di lotta libera. La Corte Costituzionale, presieduta da un giudice vestito da pirata perché poi doveva andare al compleanno della figlia seienne, ha dunque precisato che ci dovrà essere un'ordalia. Un eroe scelto dalla cittadinanza arceviese dovrà correre nel fuoco da Scapezzano fino al Mare; se riuscirà a non scottarsi la Tav sarà riportata in Piemonte, il ristorante x potrà finalmente aprire, soprattutto la finiremo di sorbirci le lamentele di tutti questi punkettoni del cazzo, nemici del progresso e anche un po' recchioni (se vogliamo dirla tutta).

pulcino_da_combattimento ha detto...

l'orso bubu nn ne capisce un cazzo